it_ITus

Regolamento

REGOLAMENTO IRON BIKE

Art.1 Partecipazione

Al raid si partecipa sia singolarmente che a coppie, la costituzione o lo scioglimento della coppia potrà avvenire solo fino ad una settimana dalla gara e non oltre. La manifestazione ha una connotazione di gara decisamente impegnativa che si ispira, come concetto, alla Paris-Dakar. L’età minima per poter partecipare è di 16 anni (autorizzazione dei genitori richiesta per i minori).

Art.2 Immagine

I concorrenti si impegnano a non esporre pubblicità a carattere osceno, politico e religioso o in contrasto con gli sponsor ufficiali della manifestazione e/o con gli organizzatori. I leader di classifica o i vincitori di partecipazioni a gare in Italia e all’estero hanno l’obbligo, su richiesta degli organizzatori, di indossare la maglia IRON BIKE. Inoltre i concorrenti acconsentono all’uso delle immagini, sia statiche che di movimento, che verranno realizzate durante la manifestazione.

Art.3 Disposizioni

I partecipanti al raid dovranno essere in possesso di regolare licenza agonistica per la pratica del ciclismo, rilasciata da una Federazione o da un Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dalla Consulta.  Ai non tesserati verrà rilasciata, il giorno delle verifiche tecniche, una regolare licenza a pagamento (costo € 40,00 circa), se in possesso di certificato medico di idoneità a praticare gare di mountain bike a livello agonistico e di una copia del documento di identità.

I concorrenti dovranno utilizzare biciclette da MTB cui potranno sostituire parti a piacimento e, in caso di rottura del telaio, la bicicletta stessa, dopo averne dato comunicazione al C.O. Non saranno classificati in classifica generale concorrenti che utilizzeranno mezzi a “pedalata assistita”.

Art.4 Partenze

La partenza ufficiale di ogni tappa verrà solitamente preceduta da un briefing nel quale verranno date ai concorrenti tutte le informazioni relative alla tappa. (Vedi anche Art. 29).

Art.5 Ordine di partenza

Al termine di ogni tappa verrà stilata una classifica di tappa ed una generale con la somma delle penalità accumulate nelle varie tappe. Alla tappa successiva i concorrenti prenderanno il via solitamente secondo l’ordine inverso della classifica generale, salvo che, per motivi organizzativi, si attuino altre eventualità.

Art.6 Prove speciali

Durante il raid sono previste una o più prove speciali per ogni tappa che potranno essere consecutive o intervallate da tratti di trasferimento, in caso di interruzione o sospensione di prova speciale si applicherà la normativa dei rallies che recita che tutti i concorrenti che non potranno terminare la prova per ragioni meteorologiche o di decisione di direzione di gara (solitamente motivate da ragioni di sicurezza) si vedranno attribuire il peggior tempo impiegato dall’ultimo dei concorrenti nell’ambito delle proprie categorie, tempo però non anomalo. Riprenderanno la gara al primo posto collegabile ragionevolmente al percorso (strada di arroccamento). Come tempo dell’ultimo si intende ovviamente il tempo non dell’ultimo transitato (che potrebbe anche essere il migliore) bensì il tempo peggiore della categoria di appartenenza. Nel caso di annullamento della prova da parte del C.O. per motivi di particolare accordo preliminare all’autorizzazione al passaggio (specie con autorità, in particolare straniere) questo sarà accettato dai concorrenti senza dare adito a discussioni o interpretazioni di sorta, o peggio esposti o reclami che saranno invariabilmente rigettati.

Art.7 Rifornimenti

Lungo il percorso delle tappe sono previsti uno o più punti di rifornimento, ad integrazione degli alimenti che i concorrenti ritengono di doversi portare appresso.

Art.8 Itinerario

Durante ogni tappa potranno essere effettuati uno o più controlli di percorso; tali controlli potranno anche non essere noti ai partecipanti. Il mancato passaggio ad uno di questi punti, o la provenienza da direzione sbagliata, comporterà l’attribuzione della massima penalità prevista.

Art.9 Disposizioni di sicurezza

E’ obbligatorio l’uso del casco durante tutto il tragitto di ogni tappa; e’ altresì obbligatorio portare con se’ l’eventuale materiale d’emergenza fornito o no dall’organizzazione. Sono obbligatori pertanto:  un fischietto, il telo di sopravvivenza in alluminio, un indumento anti pioggia, e, nei tratti indicati dal Comitato Organizzatore, il fanale da bici o lampada frontale. E’ anche obbligatorio l’uso di un telefono cellulare, adeguatamente protetto dagli urti, che i concorrenti sono tenuti a portare con sé per tutta la durata della manifestazione. Il telefono dovrà servire per informare la direzione di gara di eventuali incidenti di cui il concorrente si accorga, per essere contattato dalla direzione gara per avere informazioni sull’andamento della manifestazione e soprattutto per informare la D.G. di un eventuale ritiro al fine di non attivare inutilmente difficoltose e costose ricerche il cui costo sarà addebitato al concorrente. Il recupero del concorrente sarà effettuato nelle modalità resesi necessarie a giudizio del C.O.

Il concorrente incidentato potrà essere recuperato con mezzi idonei e trasferito alla più conveniente unità ospedaliera, laddove cesserà ogni obbligo da parte dell’organizzatore. Il concorrente semplicemente ritirato sarà avviato ai punti di raccolta e portato al successivo campo-base di fine tappa. Il recupero del mezzo – quando possibile – ed il suo trasferimento saranno effettuati con ogni mezzo ed ogni cura, ma non potranno essere elevati reclami di sorta circa lo stato di conservazione dello stesso, che sarà riconsegnato esclusivamente al concorrente.

A tutti i concorrenti è richiesto, alle verifiche tecniche, il deposito di una cauzione di € 100,00 che  sarà restituita a fine manifestazione o nel momento in cui il concorrente abbandoni la gara. La cauzione NON SARA’ IN NESSUN CASO RESTITUITA qualora il concorrente non si sia fatto parte diligente nel dare tempestiva notizia del suo ritiro o del suo allontanamento dal percorso E QUALORA NON ABBIA RESTITUITO IL RILEVATORE DI PASSAGGIO (CHIP) CONSEGNATO A INIZIO GARA . Il telefono cellulare, il cui numero sarà richiesto e/o controllato alle verifiche tecniche potrà essere oggetto di controllo durante lo svolgimento della manifestazione così come le altre dotazioni di sicurezza.

Art.10 Pernottamento

E’ fatto obbligo ai concorrenti di pernottare presso il campo base, in tenda, all’aperto o con sistemazioni di fortuna: sono comunque esclusi pernottamenti in hotel o camper.

Art.11 Bagaglio

L’organizzazione assicura, adottando la massima cura, il trasporto e la consegna al campo delle tende e degli effetti personali dei concorrenti movimentando un massimo di 30 kg (TENDA ESCLUSA) per concorrente, ma non sarà ritenuta responsabile di danneggiamenti subiti da attrezzature delicate caricate nel bagaglio senza adeguata protezione, così come per il trasporto su mezzi stradali o aerei del mezzo del concorrente.

Il bagaglio di ciascun concorrente sarà pesato al momento del primo carico alla partenza e l’eccedenza verrà lasciata presso il deposito delle auto dei concorrenti. Gli eventuali premi vinti non saranno soggetti a pesatura. Qualora non si utilizzino strutture fisse, anche le tende dovranno essere smontate e caricate insieme al bagaglio, sul mezzo adibito a questo scopo, a cura del concorrente mezz’ ora prima della partenza del primo concorrente o all’ora indicata nel corso del briefing relativo alla tappa. In occasione dei bivacchi, o laddove il comitato organizzatore indicherà, i concorrenti dovranno presentare al carico un sacco ridotto di materiale personale non eccedente 50 litri per 20 kg = zaino da montagna (in caso di situazioni estreme queste limitazioni potranno essere ulteriormente restrittive). I ritardi nel fornire i sacchi all’incaricato dei carichi saranno penalizzati con le stesse modalità dei ritardi sui tempi di percorrenza di tappa.

Art.12 Obblighi del concorrente

I concorrenti dovranno rispettare l’ambiente, evitando di abbandonare sul percorso di gara e nelle sedi di tappa residui di qualsiasi genere, dovranno seguire scrupolosamente il percorso indicato, dovranno prestare soccorso ad altri concorrenti in difficoltà utilizzando l’apparecchiatura telefonica cellulare per informare la direzione di gara, dimostrare di essere in grado di privilegiare la sportività allo spirito competitivo, e adeguarsi ad ogni decisione del C.O. (il mancato rispetto delle norme citate nel presente articolo comporta la penalità massima).

Il concorrente deve rispettare sempre il Codice della Strada.

Art.13 Tempi di percorrenza

Per ogni tappa sarà stabilito il tempo di partenza, il tempo teorico di percorrenza (tempo imposto) ed il tempo massimo.

Art. 14 Penalità

Per ogni minuto di ritardo sul tempo imposto per percorrere la tappa (tempo teorico di percorrenza), calcolato dal tempo teorico di arrivo al tempo effettivo di arrivo, saranno addebitate n. 10 penalità; per ogni secondo di ritardo rispetto al miglior tempo di prova speciale n. 1 penalità. Comporterà la penalità forfettaria di 10.000 punti il non avere effettuato una tappa, il non averla completata l’essere giunti al traguardo oltre il tempo massimo; non essersi presentati ad anche un solo controllo di percorso, aver smarrito l’eventuale tabella di marcia, non indossare il casco protettivo, non avere il materiale di emergenza o averlo non in condizioni di funzionamento, od essersi presentati alla partenza di tappa con oltre mezz’ora di ritardo sul tempo di partenza, nel qual caso il concorrente potrebbe non essere ammesso al via.

Precisazione: Al momento della partenza dal campo per un tratto di trasferimento il concorrente si può presentare in ritardo sulla sua ora prevista (non oltre mezz’ora), mentre nelle partenze Prova Speciale può partire quando vuole, senza addebito di tempo. Qualora però la partenza dal campo (o comunque la partenza di tappa) avvenga già in Prova Speciale, il concorrente non potrà più avvalersi di questa facoltà ed il suo tempo di Prova Speciale decorrerà dal momento del VIA ufficiale (con relativo addebito delle penalità previste per le Prove Speciali).

Nel corso delle tappe potranno essere attivati cancelli limite per motivi di sicurezza.

In caso di ritiro ogni partecipante si impegna a contattare immediatamente la direzione di gara. Nel caso di ritiro di un membro della coppia, l’altro potrà continuare la gara con 500 punti di penalità. I concorrenti in tandem saranno assimilati alle coppie.

Art.15 Finisher

Non saranno considerati finisher, non ricevendo pertanto la maglia, coloro che non avranno portato a termine tutte le tappe entro il tempo massimo e coloro che pur avendo compiuto l’intero percorso nei tempi massimi indicati avranno assommato più di 30000 punti, 50000 punti per le concorrenti della categoria donne. Le penalità comminate per l’esclusione dalla classifica finisher terranno conto esclusivamente dei ritardi sul tempo imposto nella tappa (arrivo).

Art.16 Prologo

Il raid sarà preceduto da un prologo che determinerà la prima classifica e quindi l’ordine di partenza della prima tappa (debitamente corretto da eventuali anomalie). Il prologo a tutti gli effetti sarà considerato una tappa come le altre cui potrà essere assegnato un coefficiente di merito e servirà da discriminante in caso di parità a fine gara.

Art.17 Coefficienti

Il Comitato Organizzatore si riserva la facoltà di modificare l‘itinerario per esigenze contingenti e/o inserire dei tratti di percorso particolarmente interessanti ai fini dell’immagine, anche qualora non fossero previsti nel percorso ufficiale e coefficienti di merito per esaltare il valore delle differenze di tempi impiegati dai concorrenti. I coefficienti saranno comunque dichiarati in precedenza e non potranno essere applicati a posteriori.

Art.18 Equità di trattamento

Il Comitato Organizzatore si farà parte diligente nel cercare di porre tutti i concorrenti sullo stesso piano offrendo loro pari condizioni nel gareggiare, anche sul piano psicologico, prendendo tutte le misure atte a livellare i privilegi di cui godono alcuni concorrenti derivanti dalla conoscenza dei luoghi, dalla vicinanza della famiglia o dall’assistenza (abusiva) prestata da personale non inserito nell’organizzazione o non accreditato. L’assistenza personale accreditata potrà intervenire sul percorso solo nei punti assistenza ufficiali indicati sul road-book del percorso, come meglio specificato nell’ultimo capoverso dell’art. 22.

Art.19 Reclami

Possono essere presentati reclami alla giuria purché siano firmati dal singolo concorrente, presentati per iscritto entro mezz’ora dalla affissione dell’ordine di arrivo ufficioso, accompagnati dalla cauzione fissata dal C.F. (Comitato Federale: 50 €) e forniscano prova che giustifichi il reclamo, e non necessariamente sarà reso noto il nome del reclamante. La cauzione sarà resa solo in caso di accoglimento del reclamo.

Art.20 Iscrizioni

Le iscrizioni si chiudono al raggiungimento del numero stabilito. Il C.O potrà rifiutare qualsiasi iscrizione di concorrente od accompagnatore senza dover rendere noto il motivo.

Art.21 Premiazione

La premiazione avrà luogo nel pomeriggio dell’ultima tappa. I premi potranno essere cumulabili e saranno consegnati esclusivamente ai vincitori presenti. I premi di categoria saranno attribuiti solo nel caso che almeno tre concorrenti costituiscano la categoria, in caso contrario questi parteciperanno solo alla classifica generale. I premi che comportino la partecipazione a viaggi o gare devono immancabilmente essere goduti nella destinazione decisa dagli organizzatori e NON potranno essere monetizzati, ceduti o eventualmente posposti.

Art.22 Accompagnatori

Il concorrente potrà essere seguito da un mezzo personale di assistenza nelle sedi di tappa; tale mezzo, fornito di targa di riconoscimento, dovrà essere necessariamente condotto da persona accreditata come accompagnatore ed esporre i marchi dell’Ironbike e di eventuali partner identificati dal Comitato Organizzatore. La quota di partecipazione dell’accompagnatore è quantificata in € 250,00 fino al 30 giugno, dopo tale data il C.O. non garantisce l’accredito né il costo che potrà lievitare anche considerevolmente, soprattutto per quanto riguarda eventuali accompagnatori alla guida di mezzi ingombranti. Gli accompagnatori, che saranno identificati con apposito braccialetto e solo essi, potranno pernottare al campo base e usufruire dei pasti e di tutti i servizi riservati ai concorrenti, fornire assistenza ai concorrenti nelle zone di rifornimento previste e al campo base. Persone non identificate come accompagnatori non potranno accedere alle mense ed ai servizi né fornire alcun tipo di assistenza. La mancata osservanza di questo articolo comporterà per il concorrente un’ammonizione al primo richiamo, 5000 p. di penalità al secondo, e l’esclusione dalla classifica in caso di recidiva al terzo richiamo con conseguente abbandono della carovana del raid.

Art.23 Varie

Il C.O. si riserva la facoltà di apportare modifiche anche sostanziali al presente regolamento, dandone comunicazione tramite il sito internet, così come per il percorso, le sedi tappa, o il numero delle stesse. Eventuali variazioni al presente regolamento, nel corso della manifestazione, verranno rese note ai concorrenti durante i briefing e/o ufficializzate a mezzo di circolari informative numerate progressivamente e/o tramite inserimento su Internet, a costituire parte integrante del regolamento.

Art.24 Rinunce

In caso di rinuncia il concorrente iscritto e l’eventuale accompagnatore potranno reclamare l’80% della quota di iscrizione comunicandolo per iscritto entro il 31 maggio 2016, il 50% entro il 30 giugno 2016, nessun rimborso dopo tale data. La data considerata utile per il rimborso sarà quella in cui l’organizzatore sarà venuto a conoscenza della rinuncia.

Art. 25 Prestazioni esterne

L’assistenza tecnica ed il servizio massaggi saranno forniti da aziende partner degli organizzatori secondo le consuetudini commerciali in vigore. Resterà comunque sotto la responsabilità del concorrente il controllo dell’esecuzione del lavoro e in nessun caso potrà essere chiamato in causa l’Organizzatore.

Art.26 Riferimenti

Per quanto non contemplato vige il regolamento ACSI Ciclismo.

Art.27 Ritiri

Il concorrente ritirato o eliminato per aver raggiunto la penalità massima,  che desideri continuare a seguire la manifestazione come turista in bicicletta o con vettura propria o d’accompagnatore  dovrà consegnare il numero di gara al Direttore di Gara,  ma potrà continuare a beneficiare di tutti i servizi logistici previsti per i partecipanti, con l’esclusione del rilevamento tempi e con l’esclusione del servizio di recupero d’emergenza qualora viaggiasse fuori del percorso della gara e al di fuori dei tempi di essa (transito della moto-scopa al seguito dell’ultimo concorrente). 

Il numero di gara gli sarà riconsegnato al termine della manifestazione o al momento dell’abbandono definitivo. Il concorrente squalificato per infrazioni dal Collegio dei Giudici dovrà abbandonare la carovana del raid.

Art.28 Targa portanumero

E’ fatto obbligo ai concorrenti di esporre integra, non piegata, non modificata, senza aggiunte, la targa porta-numero di gara e gli altri identificativi forniti dall’Organizzazione, in particolare l’identificativo nazionale (bandiera), sulla targa portanumero e sul casco, sul quale, peraltro, il concorrente potrà aggiungere qualunque altro identificativo a piacimento, fatto salvo l’Art. 2 del presente Regolamento. La mancata osservanza di questo articolo comporterà un’ammonizione al primo richiamo, 5000 p. di penalità al secondo, e l’esclusione dalla classifica in caso di recidiva al terzo richiamo con conseguente abbandono della carovana del raid.

Art. 29 Briefing

I briefing pre-tappa si tengono con traduzione nelle lingue più comuni dei concorrenti, fornendo tutte le informazioni indispensabili per il reperimento del percorso e segnalando eventuali difficoltà della tappa oggetto del briefing, compresi tempi imposti e tempi massimi per cui la presenza del concorrente al briefing è obbligatoria (la coppia può essere rappresentata da uno solo dei due).

All. “J” MATERIALE NECESSARIO

Il bagaglio ordinario deve essere di 30 kg TENDA ESCLUSA, salvo eventuali disposizioni dell’ultima ora. In occasione dei bivacchi in alta quota verrà richiesto ai concorrenti di consegnare all’organizzazione un bagaglio ridotto in uno zaino da 50 litri per un totale di 20 kg , salvo eventuali disposizioni dell’ultima ora.

MATERIALE OBBLIGATORIO IN GARA (può essere controllato in ogni momento):

• bicicletta mountain bike rigida o ammortizzata
• casco rigido
• fischietto
• telo in alluminio da sopravvivenza
• telefono cellulare
• giubbotto idrorepellente
• faro da bici e/o lampada frontale (solo nei tratti indicati dal C.O.)
PER IL CAMPEGGIO (potrà essere controllato):
• set di posate, bicchiere e piatto
• sandali o scarpe con suola morbida ( per accedere alle strutture coperte in caso di maltempo ).

Condividi!

Sponsor Istituzionali

  • Regione
  • Prov To
  • Crc
  • Crsaluzzo
  • Limone
  • Sauzedoulx
  • Acceglio
  • Bobbio Pellice
  • Pramollo
  • Roure
  • Sampeyre
  • Sestriere
  • Corpo Forestale
  • Cri

Sponsor

  • S Agrimontana
  • S Aon
  • S Bodrero
  • S Autonoleggio Cuneorenter
  • S Edilplastubi
  • S Fassi Computer
  • S Ferrino
  • S Green Valley
  • S Rifugio Selleries
  • S Shell
  • S Terme Valdieri

Partner

  • Iron Biker
  • Crocodile Trophy
  • Alta Via
  • Rally Romagna
  • Avventura Sport
it_ITus